Missione

L’individuazione e quindi la valutazione dei bisogni di utenti così particolari è garantita dal fatto che coloro che hanno creato la Saluzzi ne sono stati anche i primi clienti. La loro missione, prima di essere imprenditori, è quella di essere veri appassionati, conoscitori, estimatori e collezionisti.

E questa è una condizione da non sottovalutare dal momento in cui si traduce in una caratteristica dell’azienda che consente a fornitori/progettisti del servizio e clienti di parlare il medesimo linguaggio.

Vero è che, come tutti coloro che vivono il mondo del motorsport, anche il team della Saluzzi ha sviluppato una “preferenza”, in termini di passione e quindi missione aziendale, per un’area precisa del collezionismo, ossia quella delle competizioni, delle manifestazioni in cui i motori delle auto e le abilità del pilota sono chiamati all’appello per mantenere in funzione anima e corpo delle vetture, per farle camminare, stridere, carburare, per vederle tenere la strada e sentirne il rumore penetrante lungo il rettilineo di un circuito.

Il collezionismo dinamico (moderno o storico), a cui si lega l’attività e il servizio della Saluzzi, è un modo diverso di fare le medesime cose: alla base ha la passione autentica, ad essa aggiunge la volontà di conoscere e rispettare le potenzialità della vettura, ed in ultimo, ma non meno importante, richiede la capacità di divertirsi alla guida della propria auto.

Ed è questa la cultura che sostiene e diffonde la Saluzzi: passione, conoscenza e rispetto delle proprie auto. All’azienda il compito di mettere a disposizione professionalità, competenza e preparazione tecnica. Ai clienti non rimane che “utilizzare” le proprie auto e divertirsi.

designed by technodesign